S.H.A.R.E. – Solidarietà, Hobby, Attivazione, Rigenerazione, Ecologia

Rovigo, 28 gennaio 2015

Comunicato stampa

“S.H.A.R.E. – Solidarietà, Hobby, Attivazione, Rigenerazione, Ecologia”

Riattivazione dell’habitat urbano
Al via il nuovo progetto di
Legambiente Veneto per la città di Rovigo

Si concentra, nel quartiere Commenta, S.H.A.R.E., il nuovo progetto di Legambiente Veneto, finanziato dal Centro di Servizio per il Volontariato di Rovigo.
Obiettivo generale, la riattivazione dell’habitat urbano, inteso come insieme di spazi e relazioni sociali.

SHARE come condivisione, elemento prioritario della strategia di Legambiente: condivisione di spazi, esperienze, materiali, coinvolgimento dei cittadini in azioni di integrazione, con particolare attenzione per anziani, giovani coppie in situazioni di disagio, “nuovi cittadini”.

“SHARE nasce da riflessioni e da progetti passati dell’associazione su un tema rilevante – afferma Giorgia Businaro, direttrice di Legambiente Rovigo – : il sempre più basso livello di integrazione sociale nella comunità locale della città di Rovigo. Tali riflessioni hanno portato alla ricerca di una nuova “formula” per affrontare la questione: ambientalismo, ecologia e spazi urbani possono essere terreno di scambio e integrazione sotto molteplici punti di vista.
Inoltre è proprio in un periodo di disagio economico, come quello che stiamo vivendo – prosegue Businaro – che famiglie e consumatori sono sempre più orientati a sperimentare e mettere in atto modelli più razionali e responsabili nel consumo, più attenti alla sostenibilità, più accorti nel controllare le spese e bilanciare le proprie necessità con la ricerca del maggior benessere possibile.”

“Con il progetto SHARE – dichiara Ilaria Boldrin, responsabile del progetto – Legambiente Veneto vuole operare su uno strato sociale più debole, coltivare una rete di differenti realtà e impegnarsi per un aiuto reciproco, in un modo molto pratico, con attività e ricerca di soluzioni a problemi quotidiani, intervenendo non solo sull’aspetto economico delle persone in difficoltà, ma anche sulla solidarietà e l’ambientalismo. Le attività proposte dal progetto offriranno momento di socialità e integrazione.”

Ogni attività sarà basata su un attento studio delle esigenze del quartiere e dei suoi residenti, veri protagonisti del territorio, anche attraverso la raccolta di opinioni tramite questionari recapitati casa per casa, partendo da Via Gramsci e Via Monti.

“Con SHARE vogliamo raggiungere le persone – continua Boldrin – casa per casa del quartiere Commenda Ovest di Rovigo, perché proprio in quest’area la presenza della popolazione è, per la maggior parte, anziana e straniera – pensiamo ad esempio a Via Gramsci, Casa Mimma, che ospita richiedenti asilo inseriti nel progetto SPRAR e Via Monti, con l’Asilo notturno Arcobaleno – che vive in un’area popolare, fuori dal centro e poco coinvolta nelle attività del fulcro cittadino.”

Dai questionari somministrati Legambiente elaborerà proposte e attività in cui coinvolgere i cittadini che vorranno collaborare alla riattivazione e rigenerazione degli spazi urbani e alla tutela dei beni comuni. Legambiente Veneto propone già alcune possibilità: attività che abbiano il potere di aggregare, creare condivisione, stimolare la fiducia reciproca: realizzazione di orti condominiali, strutturazione di una biblioteca condominiale e di servizi di book sharing e book crossing, organizzazione e gestione di una “officina virtuale condivisa” attraverso cui si attui lo scambio di attrezzatura di vario genere, avvio di un sistema di baratto di indumenti, oggetti e scambio alimentare continuativo e coordinato con alcuni momenti pubblici quali mercatini e feste del baratto, coinvolgimento della comunità nella “Banca del Tempo”.

Le associazioni partner che hanno aderito al progetto sono Arcisolidarietà Rovigo, Coop. Porto Alegre, Di Tutti i colori, il laboratorio LA.TERR.A., Tadabimbi e Tumbo.

Per scaricare il comunicato stampa clicca qui